Per la Corte di Strasburgo l’aborto non è omicidio e chi lo dice va censurato

di Ivan Francese

I giudici della Corte europea dei diritti umani hanno rigettato il ricorso di un attivista tedesco che si era visto censurare un paragone fra aborto e lager.

La Corte Europea dei diritti dell’uomo ha stabilito che è lecito censurare chi sostiene che l’aborto sia equiparabile a un omicidio aggravato.

Ieri il tribunale di Strasburgo, che fa capo al Consiglio d’Europa (e non, giova ricordarlo, all’Unione Europea), ha rigettato così il ricorso di un attivista anti-abortista tedesco, Klaus Guenter Annen, a cui i tribunali germanici avevano impedito di accostare l’interruzione di gravidanza all’omicidio e allo sterminio degli ebrei nei lager nazisti, come Annen aveva invece fatto sul proprio sito internet e altrove. – Continua a leggere

———————————————————————-

La Germania caccia gli italiani: “Se poveri via dal nostro Paese”

di Luca Fazzo

La lettera ai cittadini comunitari che vivono a Berlino: «A rischio espulsione chi non dispone di mezzi di sussistenza». Nella Germania di Angela Merkel, paladina in Europa dell’accoglienza e dell’integrazione, girano circolari di ben altro tono. E i destinatari non sono i profughi delle guerre africane ma cittadini italiani, ovvero europei. Nelle lettere ufficiali recapitate nelle scorse settimane si ricorda che i cittadini comunitari «hanno libertà di soggiorno nel territorio federale se dispongono di a protezione sanitaria e di mezzi di sussistenza sufficienti». I destinatari, essendone sfortunatamente privi, sono pregati di trovarsi in fretta un lavoro, oppure fare le valigie e tornare in Italia. Tempo, quindici giorni. Altrimenti si procederà all’abschiebung. – Continua a leggere

————————————————————–

Immigrati, vince la linea dura di Matteo Salvini: nel 2018 più sbarchi in Grecia e Spagna

«Libero»

La linea dura di Matteo Salvini sugli immigrati funziona. A dirlo sono i dati diffusi dall’Oim, l’agenzia delle Nazioni Unite per le migrazioni. Grecia e Spagna, infatti, superano l’Italia per numero di migranti arrivati via mare. –  Continua a leggere

—————————————————————

La festa di Giorgia Meloni contro l’Europa di Juncker: la caricatura del presidente ubriaco

L’ironia è protagonista di questa edizione di Atreju. Continua a leggere

—————————————————————–

La Testimonianza di Viganò, il silenzio del Papa e il commento del Card. Rodriguez Maradiaga

La Testimonianza di Viganò, il silenzio del Papa e il commento del Card. Rodriguez Maradiaga

di Claudio Pierantoni

Nella varietà delle esternazioni sulla Testimonianza di Mons. Viganò, che si sono susseguite nel corso di queste tre settimane dallo scoppio della “bomba”, vogliamo segnalare quanto affermato dal Card. Rodríguez Maradiaga, in un’intervista del 12 settembre scorso: – continua a leggere

——————————————————————

Quando la famiglia è genderfluid: la mamma diventa “papà” e il papà diventa “mamma”

di Chiara Chiessi

Storie di ordinaria follia. Una coppia di Middlesbrough (Gran Bretagna) si è autodefinita “famiglia genderfluid”: Louise Draven, padre di Star Cloud (5 anni) si fa già chiamare “mamma” e si opererà a breve per apparire “femmina”, Nikki la madre, farà lo stesso ma per diventare “maschio”, cambiando il nome in Charlie. – Continua a leggere

——————————————————————-

 

 

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su print
Stampa
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *