Papa Francesco: “Chi ha il cuore razzista si converta”

Lavinia Greci

Lo ha detto papa Francesco, nel corso dell’udienza ai docenti e agli studenti dell’Istituto San Carlo di Milano, nell’Aula Paolo VI. E, nel suo discorso ai ragazzi, ha scelto di porre l’accento proprio sui concetti di accoglienza e integrazione. E ha detto: “Chi ha il cuore razzista si converta“. “Gli immigrati vanno ricevuti”. Bergoglio, quindi, appellandosi all’accoglienza e ha dichiarato: “Cuore aperto per accogliere: se io ho il cuore razzista devo esaminare il perché e convertirmi. Gli immigrati vanno ricevuti, accompagnati e integrati in un interscambio di valori. Questa è la bellezza di accogliere per diventare più ricchi di cultura, nella crescita, alzare muri non serve. Io vi dico: insegnate ai giovani a crescere nella cultura dell’incontro e a crescere con le differenze, si cresce con il confronto“. –  continua a leggere

————————————————————————-

Mafia nigeriana: origini, rituali, crimini” – saggio

Imola Oggi

La tragica vicenda della ragazza di Macerata, fuggita da una comunità di recupero e orribilmente mutilata – non si sa se da viva o da morta – da un gruppo di spacciatori nigeriani, non può che suscitare sconforto, paura e terrore. Ci troviamo di fronte al più clamoroso esempio  di come la presenza della mafia nigeriana stia progressivamente modificando il contesto della criminalità organizzata in Italia nelle sue manifestazioni più sanguinose. Partendo da una tale premessa, questo libro prova a mettere ordine, tra casi di cronaca e analisi del contesto italiano contemporaneo, a un fenomeno che non è solo di natura criminale, ma che tocca molteplici aspetti del lato più oscuro dell’essere umano: un fenomeno globale che affonda le radici in rituali cannibalici e si mescola con l’anomia sovranista occidentale. – continua a leggere

————————————————————————-

Migranti, Salvini: “le Ong aiutano i trafficanti, non sono il solo a dirlo”

Imola Oggi

“Non sono l’unico che ha dubbi sui ruoli delle Ong nel Mediterraneo, ripeto, non fatelo dire solo a me perché sono parte in causa, chiedetelo al collega francese, al collega tedesco, al collega britannico e a tutti gli altri: le Ong sono un problema e aiutano i trafficanti di esseri umani”. – continua a leggere

——————————————————————————–

Germania: bullismo contro studentessa cristiana. Il preside: “indossi il velo”

Imola Oggi

Non fermano le violenze islamiche, ma impongono il velo a chi le subisce – Una scuola di Francoforte è finita nella bufera dopo che il preside ha consigliato ad una ragazza di indossare un hijab, se non vuole essere vittima di bullismo.
La madre della studentessa ha detto al giornale Bild che sua figlia è stata “picchiata e attaccata verbalmente mentre andava a scuola” da un gruppo di ragazze musulmane. Ha spiegato che è stata presa di mira perché “ha i capelli biondi, non porta il velo, ha un nome tedesco-ebraico – e noi siamo cristiani”. – continua a leggere

—————————————————————————

Un nefasto anniversario

Monsignor Marcel Lefebvre

Ricorre oggi 3 aprile il nefasto anniversario dei cinquant’anni della promulgazione del nuovo messale di Paolo VI, entrato poi in vigore ufficialmente con l’avvento dello stesso anno 1969. A questo messale farà rapidamente seguito la riforma di tutti i libri liturgici della Chiesa, così da presentare chiaramente la rottura con tutto l’insieme del culto cattolico, per la fondazione di una nuova forma religiosa. Per usare le parole dei Cardinali Ottaviani e Bacci nel Breve esame critico, il nuovo messale si presenta da subito “nel suo insieme come nei particolari, come un impressionante allontanamento dalla teologia cattolica della Santa Messa, quale fu formulata nella Sessione XXII del Concilio Tridentino”. – continua a leggere

————————————————————————–

Inghilterra: dal 2020 corsi obbligatori a scuola su “relazioni gay e trans”

Rodolfo de Mattei

Dal 2020 i bambini inglesi della scuola primaria e secondaria saranno sottoposti a corsi obbligatoririguardo le “relazioni gay e trans”. Ad annunciarlo è lo stesso Ministro all’Istruzione britannico Damian Hinds che ha spiegato come l’iniziativa si ponga l’obiettivo di costruire, nell’ambiente scolastico, attitudini e visioni “sane e basate sul rispetto“.

Come sempre la parola d’ordine è “normalizzare“. L’intento del provvedimento ministeriale inglese è infatti quello di inculcare nei bambini delle scuole elementari e delle medie/superiori la presunta “normalità” delle “relazioni affettive” tra persone dello stesso e transgender, in nome dell’attuale diktat della cosiddetta “fluidità sessuale”. – continua a leggere

———————————————————————-

Al mercato nero degli ormoni: come i bambini diventano “trans”

Chiara Chiessi

Il Daily Mail in un’inchiesta rivela che nel Regno Unito sempre più adolescenti e preadolescenti ricorrono al mercato nero online degli ormoni per fare la transizione da un sesso all’altro.

Online si trovano dei veri e propri “kit di transizione” (anche a soli 25 £)  per tutte le età, senza controllo e con ovviamente il dosaggio fai da te. All’atto dell’acquisto nessuna domanda viene posta alla ragazza o al ragazzo.

Cosa spinge questi giovani a fare uso del mercato nero degli ormoni? L’attesa istituzionale per la transizione può durare anche più di un anno e, non volendo aspettare, si rivolgono a “vie alternative”. – continua a leggere

 

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su print
Stampa
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *