Mario Monti, l’ultimo delirio del senatore a vita: “Se vince Salvini, torna la guerra”

Libero

Le prospettive per l’Europa, Italia compresa, tratteggiate dal senatore a vita Mario Monti sono le peggiori possibili. L’ex premier non fa che ripeterlo mentre passa da un’ospitata in tv a un dibattito, fino alla presentazione del libro di David Parenzo, “Falsari. Come l’Unione europea è diventata il nemico perfetto per la politica italiana” (Marsilio). A sentire quel che dice Monti, come riporta il Tempo, c’è da fare scongiuri per il prossimo decennio. – continua a leggere

—————————————————————————–

Editoriale

Don Ludovico Sentagne

Veritas liberavit vos, La verità vi libererà.
È la promessa del Verbo incarnato, la Parola di Dio che viene ad illuminare la nostra intelligenza, nell’attesa di vederlo faccia a faccia nell’eternità.
Dal lato opposto il Principe di questo mondo è «come seduto su una cattedra elevata, tutta fuoco e fumo»! Così lo presenta sant’Ignazio agli esercitanti nella contemplazione dei “due stendardi”. Tutto fuoco e fumo, tutto passioni, emozioni e confusione. – continua a leggere

—————————————————————————-

“Il più terribile scisma che il mondo abbia mai visto”

Roberto de Mattei

Il 4 febbraio 2019, ad Abu Dhabi, papa Francesco e il Grande Imam di Al Azhar Ahmad Al-Tayyeb hanno firmato un documento sullaFraternità umana per la pace mondiale e la convivenza comune. La dichiarazione si apre nel nome di un Dio che, se deve essere comune, non può essere altro che l’Allah dei musulmani.

Il Dio dei cristiani, infatti, è uno nella sua natura, ma trino nelle sue persone, uguali e distinte, Padre, Figlio e Spirito Santo. Dai tempi di Ario in poi, la Chiesa ha combattuto gli antitrinitari e i deisti che negavano, o mettevano da parte questo mistero, il più alto del Cristianesimo. L’Islam lo respinge invece con orrore, come proclama la sura detta “del culto sincero”: «Egli, Dio, è uno! Dio, l’Eterno! Non generò né fu generato, e nessuno gli è pari!» (Corano 112, 2, 4).  continua a leggere

——————————————————————

Elemosiniere di Bergoglio infrange la legge e riattiva corrente nel palazzo occupato

Armando Manocchia

«Date a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quel che è di Dio». Secondo il Vangelo di Luca, fu questa la risposta che dette Gesù agli emissari dei sacerdoti, i quali gli chiedevano se fosse lecito pagare il tributo a Cesare. La loro segreta speranza era che Gesù rispondesse negativamente per denunciarlo ai Romani. Cristo, però, non si fece ingannare ed anzi, colse l’occasione per insegnare che bisogna rispettare le leggi degli uomini, come i doveri verso Dio. – continua a leggere

——————————————————————-

Salvini: “Elemosiniere vaticano riattacca luce? Allora paghi le bollette”

Imola Oggi

“Io conto che dopo aver riattaccato la luce adesso paghi anche i 300 mila euro di bollette arretrate”. Così Matteo Salvini, in un comizio in provincia di Cuneo trasmesso su Facebook ha commentato l’iniziativa dell’Elemosiniere vaticano, il cardinale Krajewsky, che ha riattaccato personalmente il contatore sigillato, in un palazzo occupato a Roma.  Elemosiniere di Bergoglio infrange la legge e riattiva corrente nel palazzo occupato – continua a leggere

——————————————————————–

Al Salone del libro la parata islamica. Sgarbi: “gli antifascisti che dicono?”

Imola Oggi

Dito puntato contro l’ipocrisia del Salone del libro di Torino che ha censurato l’editore Altaforte. Ad accusare, ora, è Vittorio Sgarbi. Lo fa con un post su Facebook in cui, provocatorio, chiede: “Gli antifascisti della domenica su questo non hanno nulla da dire?”.

Il punto è che il Salone chiude gli occhi sulla presenza degli Emirati Arabi, “con uno stand generosamente collocato all’ingresso”, anche se nel paese torture, discriminazioni e condanne a morte siano all’ordine del giorno. “Il vero scandalo del Salone – scrive il critico d’arte – non è il libro-intervista di Chiara Giannini al ministro Matteo Salvini”. Sgarbi fa notare come gli organizzatori della kermesse abbiano garantito al Paese sunnita “uno stand generosamente collocato all’ingresso del Lingotto”.  –

————————————————————————-

Inghilterra: esprimenti dal vivo su bambini “trans”

Chiara Chiessi

La clinica degli orrori, il Tavistock Center di Londra, dove bambini anche di tre anni “diventano” bambine e viceversa, è finita sotto inchiesta da parte del Times.

Così inizia l’inchiesta:

“Gli esperti avvertono che l’unica clinica di [riassegnazione del] genere per bambini del National Health Service sta rischiando un “esperimento dal vivo” avviandone centinaia verso interventi medici cambia-vita senza sufficienti prove dei loro effetti a lungo termine”. continua a leggere

—————————————————————————–

Burkina Faso, Jihadisti attaccano chiesa cattolica: uccisi sacerdote e 5 fedeli

Imola Oggi

Una chiesa cattolica in Burkina Faso è stata attaccata questa mattina da un gruppo di  jihadisti che ha fatto irruzione aprendo il fuoco nella parrocchia di Beato Isidore Bakanja, a Dablo, un villaggio a 90 km da Kaya, nella parte centro-settentrionale del paese.

I terroristi hanno ucciso il sacerdote burkinabè Abbé Siméon Yampa, di 34 anni, e altre cinque persone all’inizio della messa. Lo si apprende da fonti locali. Le autorità burkinabè hanno mandato squadre sul posto. – continua a leggere

————————————————————————-

La Rai “ridimensiona” Fazio. Cancellate puntate del lunedì

Giovanna Stella

Chiusura anticipata per Che fuori tempo che fa, su Rai1. In apertura di trasmissione, Fabio Fazio ha annunciato che il programma del lunedì chiude in anticipo. Saltano, quindi, le puntate del 20 e 27 maggio e del 3 giugno. “Prima di iniziare solo un avviso al nostro pubblico, per tutti coloro che ci seguono al lunedì con Che fuori tempo che fa, vorrei ricordavi che domani sarà la nostra ultima puntata di Che fuori tempo che fa del lunedì”, ha detto Fabio Fazio in apertura di Che tempo che facontinua a leggere

—————————————————————————–

 

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su print
Stampa
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *