Cina-Italia, sì agli accordi commerciali. Porto di Genova, «Diga da un miliardo»

Il Secolo XIX

Roma – Nell’ultima giornata romana del presidente Xi Jinping, prima di volare a Palermo per il ritorno in Cina, sono stati firmati gli accordi tra le delegazioni ministeriali dei due Paesi: 29 intese per un valore di almeno 7 miliardi. Prima dell’incontro con il premier Conte a Villa Madama, il presidente cinese è però tornato al Quirinale per il saluto al capo dello Stato Sergio Mattarella. – continua a leggere

————————————————————-

Sulla questione di un Papa eretico

Corrispondenza Romana

Pubblichiamo una traduzione italiana, autorizzata dall’autore, di un importante studio di S. E. Mons. Athanasius Schneider, vescovo ausiliare di Astana dedicato all’ipotesi del Papa eretico, nella certezza che esso possa arricchire il dibattito e offrire utili elementi di orientamento.

Sulla questione di un papa eretico

La questione di come comportarsi con un papa eretico, in termini concreti, non è stata ancora trattata, nell’intera tradizione cattolica, in modo tale da avvicinarsi a qualcosa che assomigli a un vero consenso generale. Finora, né un papa né un Concilio ecumenico hanno formulato dichiarazioni dottrinali rilevanti né hanno emanato norme canoniche vincolanti sull’eventualità di come avere a che fare con un papa eretico durante il mandato del suo ufficio. continua a leggere

———————————————————————

Il Cristo-orologio capovolto, simbolo di una Chiesa ribaltata

Lupo Glori

Un’installazione colorata con una enorme insegna al neon davanti all’altare e un Cristo-orologio, appeso a testa in giù con le braccia crocifisse a fungere da lancette orarie. Potrebbe essere l’ennesima provocazione all’interno di qualche spazio artistico contemporaneo in cerca di pubblicità ma, ahinoi, ci troviamo invece, niente di meno che, all’interno della cattedrale di San Giacomo di Innsbruck e nella Spitalkirche zum Heiligen Geist, la storica chiesa dell’Ospedale del capoluogo del Tirolo settentrionale. – continua a leggere

—————————————————————-

La verità sulla Santa Casa di Loreto

Corrispondenza Romana

Lunedì 25 marzo 2019, solennità dell’Annunciazione, papa Francesco visiterà la Santa Casa di Loreto. Alla vigilia del viaggio abbiamo intervistato il prof. Giorgio Nicolini, uno dei massimi esperti mondiali della Santa Casa.

Che cos’è la Santa Casa di Loreto?

La Pontificia Basilica di Loreto contiene la Santa Casa che a Nazareth sorgeva dinanzi ad una grotta e faceva un corpo solo con essa, ed era la Camera di Maria ove ella venne concepita immacolata nel grembo di Sant’Anna, vi nacque e vi ricevette l’annuncio angelico, come la tradizione ha sempre riconosciuto ed attestato. La Chiesa ha riconosciuto che la Santa Casa venne miracolosamente traslata dagli Angeli. Oggi invece si parla di “sante pietre” o “sante pareti”, portate umanamente e ricostruite in loco, dissacrando così storia, archeologia e scienza, e le dichiarazioni pontificie secolari e solenni. – continua a leggere

——————————————————————

L’inferno del “Forteto” che nemmeno Renzi chiude: stupri, rapporti omosessuali e botte a non finire

Questo articolo introduce il successivo del 6 marzo u.s.

Luigi Santambrogio

La storia della comunità toscana dove per trent’anni sono stati seviziati centinaia di minori con la copertura di Fassino, Pisapia, Di Pietro, Livia Turco, Susanna Camusso, Rosy Bindi…

Ventitré rinvii a giudizio, un processo in corso con accuse terribili che vanno dagli abusi sessuali sui bambini allo sfruttamento minorile, malversazione e appropriazione indebita di soldi pubblici. Basterebbe anche la metà di queste nefandezze a togliere dalla circolazione i sospettati di tali crimini almeno fino al giorno in cui la magistratura ristabilisca giustizia e verità. E invece no, quello che dovrebbe essere la regola nelle procedure giudiziarie e amministrative non vale invece per la cooperativa sociale “Il Forteto”. Una comunità per minori disagiati associata a un’azienda agricola, entrambe fondate da Rodolfo Fiesoli, conosciuto come il “Profeta”, celebrato guru di teorie educative fondate sulla pedofilia e l’esercizio imposto dell’omosessualità. – continua a leggere

——————————————————————-

Finalmente una Commissione d’inchiesta sulla sinistra cooperativa del Forteto

Giovanni Donzelli

Le responsabilità della sinistra che per trent’anni ha impedito che emergesse la verità su centinaia di minori seviziati.

Meglio tardi che mai, finalmente oggi il Parlamento ha detto sì alla commissione d’inchiesta sul Forteto. Una commissione che è indispensabile. Da sette anni chiedevamo il commissariamento della cooperativa e la commissione d’inchiesta: adesso arriveremo fino in fondo alla verità.
Dopo anni di battaglie contro tutto e contro tutti questo strumento potrà provare a restituire un briciolo di verità e giustizia alle centinaia di vittime a cui è stata rubata la vita.
Più volte ho sentito dire che non bisogna strumentalizzare la vicenda. E allora io dico che prima di tutto non si può insabbiare, perché per anni c’è chi ha coperto questo sistema: anche lo scorso governo ha raccontato delle falsità sul Forteto ed ha gravi colpe.
Dopo anni di silenzi e censure dobbiamo prima di tutto lavorare per inchiodare alle proprie responsabilità chi ha protetto gli orchi e capire perché, ma anche per avanzare proposte per cambiare le leggi ed evitare che fatti simili possano accadere di nuovo. – continua a leggere

———————————————————————

Forteto, manca la collaborazione istituzionale: il commissario straordinario chiede aiuto

Nove da Firenze

“Vi invito a farvi parte attiva perché la mia richiesta alle istituzioni riceva la risposta che al momento nessuno mi ha dato. Ho scritto alla Regione Toscana, al tribunale, alla procura della Repubblica, alla prefettura, sono passati venti giorni e ad oggi non ho ricevuto nessuna risposta. L’auspicio è che arrivino nelle prossime ore, perché ogni giorno che passa la situazione si complica”. Con questo appello il commissario governativo della cooperativa Il Forteto, Jacopo Marzetti, si è rivolto ai consiglieri regionali che hanno fatto parte della seconda commissione regionale d’inchiesta sul Forteto, nell’incontro che si è tenuto questa mattina, mercoledì 6 febbraio, al palazzo del Pegaso. continua a leggere

—————————————————————–

 

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su print
Stampa
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *